Esperienza reale IO E LE MIE SEXY COLLEGHE-LA SORPRESA DI REBECCA

andujar91

"Phica.net dipendente"
Messaggi
1,296
Punteggio reazione
2,147
Punti
113
Ieri, in pausa pranzo, ho aperto la mia email, e ho avuto un'imprevedibile sorpresa. Mi ha scritto Rebecca, mandandomi queste due foto, Mi è diventato di cemento armato e me lo sono tirato fuori dagli slip. Ecco il testo: "Ciao, amo!!!, spero di non disturbarti, ma volevo sapere come stai. Non ti sei fatto più né vedere né sentire. Sai, oggi ti ho pensato tanto. Mi manchi tanto. Ho pensato di mandarti due foto scattate mentre ti scrivo queste righe. Io ti penso, sai? E tu? Reby". Ecco le due foto di Reby nel suo ufficio:

101056746_576796139639129_4803681490949118442_n(1).jpg
becca_scognamiglio_100960746_144848770443803_5950666999944579840_n.jpg


Io le ho risposto subito: "Ciao, Reby!!! Ciao, splendore dei miei occhi. Certo che ti penso. Io avrei tante cose da chiederti e da raccontarti. Posso farlo sulla mail istituzionale?". Appena gliel'ho inviata, il suo ordine perentorio come risposta: "Domani è sabato e siamo a casa. VIENI IN DIRECT DOMANI MATTINA ALLE 9,00! Ti manderò il link per farci una videochiamata su Hangouts Meet.TI ASPETTO. NON MANCARE!". "ok", le risposi. Dovetti fare degli sforzi sovrumani per non venire in quel momento, a casa, la sera, a letto e fino a questa mattina. Mi preparai subito alle 8,50 coi pantaloncini abbassati e i coglioni fuori dagli slip col cazzo durissimo, lunghissimo e già sbavante di liquido preseminale. Mi arrivò il suo link per la videochiamata. Entrai e la vidi esattamente vestita come nelle foto che mi ha mandato scattate dal suo ufficio. "Ciao, Reby!!!" le dissi intensamente."CIAO, AMO!!!", mi rispose. "Reby, come stai?". "Di merda. Perchè non ti sei fatto più sentire? E' passato un anno, cazzo". "Per il momento non mi danno permessi...". In realtà volevo tirare proprio quest'estate per andare da loro, vederle mezze nude, e magari sborrare ancora in quel cesso in cui altre volte ho sborrato. Ma ero scoraggiato, perchè chissà quante limitazioni ci sarebbero state per il Covid. Comunque, mi rispose: "Che stronzi che sono. Dài, cerca di venire, mi manchi, sai? Tu come stai?". "Reby, anch'io sto di merda. Mi manchi tantissimo anche tu. Non hai idea di quanto ti penso. Come vanno le cose lì da voi?". "Da schifo. Miriana ed Elena imperversano. Sono sempre più dominanti. Ma è il collega che ho in ufficio che non sopporto più. Puzza come un caprone, è un mostro, grasso, spettinato, con la barba unta e bisunta, e di una volgarità e ignoranza che tu non hai idea. Roby, mi manchi. Mi manchi soprattutto perchè mi sono accorta tardi di te, ti ho apprezzato solo alla fine. Sei sempre stato così tenero, sincero e discreto con me". Io: "Quando gli scade il contratto? Forse Elena può farmi tornare da te". "E' a tempo indeterminato". La frase mi trafisse il cuore. "Oh, no", le risposi E lei: "Capisci perchè muoio dalla voglia di vederti, di abbracciarti stringendoti a me, di baciarti come abbiamo fatto l'ultima volta che ci siamo visti?". "Anch'io, Reby, muoio dalla voglia di rivederti e riabbracciarti. Di Marcel non sai più niente?". "No. Dopo che l'ho distrutto e che Miriana lo ha semicastrato non so più nulla" (per la rovina di Marcel, andare all'episodio "IO E LE MIE SEXY COLLEGHE-QUINDICESIMA PUNTATA-MIRIANA DISTRUGGE MARCEL" in questa sezione). "Reby, non puoi distruggere anche il tuo collega, se ti da così fastidio?". "E' protetto da Elena". "Come!? Ma se è un incapace...". "E' protetto nell'altro senso". "Cioè...". "Elena lo ha schiavizzato. Sai che Elena gode a sottomettere gli uomini. Tu, ti ricordi, hai rischiato tantissimo, poi non so come mai Elena si è aperta con te e ti ha apprezzato. Lui lo ha schiavizzato, e lui ci sta, gli piace fare il suo schiavo. Tra Elena e lui si è determinato un rapporto sadomaso. Quando Elena entra da noi, e lo tratta come un verme, lui la chiama Padrona. Fuori orario di ufficio lei lo obbliga a fare gli straordinari, poi lo chiama da lei e chiude l'ufficio a chiave. Una volta ho fatto tardi anch'io, e passandoci accanto, ho sentito dei rumori strani. Ho guardato nella fessura, e ho visto lui, nudo, che strisciava verso Elena in ginocchio. Elena era in top e tanga neri, scarpe col tacco, e cintura alla mano. Si è alzata, si è tolta il tanga e glielo ha cacciato in bocca, ha preso una cintura e lo ha frustato più volte sulla schiena e lui rantolava. Poi gli ha tolto il tanga e gli ha cacciato in bocca fino alla gola il tacco, ordinandogli di leccarlo e succhiarlo. E dopo averglielo tolto, lo ha obbligato a baciarle la mano che si era leccata e gli ha ordinato di dirle che lei era la sua dea e regina e che lui la adorava. Poi mi sono allontanata perchè la scena mi faceva schifo, ma uscita dal bagno ho sentito un colpo forte e secco e il suo rantolo. Entrata in ufficio l'ho intravisto andare in bagno piegato in due. Secondo me Elena gli ha anche tirato un calcio nei coglioni". Ecco una foto di Elena per ricordare quanto è bella e spietata:

1571579864127.png



"Oh, cielo", esclamai. "E' suo, capisci? E secondo me fa delle sessioni sadomaso anche con Miriana. Li ho sentiti nel suo ufficio mentre lui stava aprendo la porta per uscire, e lei gli ordinava di non mancare al loro appuntamento serale, e lui implorarle di andarci piano, perchè quel giorno aveva un male al culo che faceva fatica a stare seduto. Oltretutto, pare che Miriana abbia un ragazzo". "E' fidanzata?". "Ho forse detto che è fidanzata!?". "Non capisco...". E lei: "Cazzo, ma come sei ingenuo!!! Ma ti pare che una come Miriana si fidanza!?". Io, in realtà, mi stavo masturbando e controllando affinché l'orgasmo non venisse troppo presto. E non ero molto presente con la testa, perchè la fatica e il mal di palle erano allucinanti. "Ho detto che sembra abbia un ragazzo. Sai chi è? Il suo personal training". In effetti, un po' di tempo fa Miriana aveva pubblicato queste foto sul suo profilo mentre si allenava in palestra:

1582908727377.png
1582908705685.png


(per l'episodio, andare a leggere "IO E LE MIE SEXY COLLEGHE-DUE FOTO DI MIRIANA" su questa sezione). Reby continuò: "E sai che tipo di rapporto intrattiene con lui?". "Sadomaso!", le risposi. "Bravo! Vedi che quando vuoi sei sveglio? Si è iscritta in palestra perchè voleva incrementare la forza dei suoi muscoli e piegare in maniera più totalizzante gli uomini e, scherzando, ma secondo me era seria, ci ha detto che era riuscita a immobilizzare il suo personal training al muro mentre questi sollevava sopra le sue spalle un peso, e poi gli ha disteso la gamba e lo ha schiacciato al muro premendogli il piede sui genitali: ci ha detto che lo ha masturbato per mezz'ora portandolo al limite e poi negandogli l'orgasmo con lui che implorava pietà. Solo dopo mezz'ora lo ha fatto venire nelle mutande. Guarda, ti mando due foto che ci ha inviato dal week end al mare che ha fatto con lui". Eccole:

103435814_100968324968614_2899859279939455928_n(1).jpg
103730513_283416359527453_6691629284090447373_n.jpg


dovetti soffocare un rantolo tremendo a vedere la bellezza di Miriana e immaginare cosa gli aveva fatto. Chiesi a Rebecca: "A lui è piaciuto?". "E a chi non piacerebbe esser schiacciato da una ragazza così bella?". "Hai... hai ragione" le dissi al massimo della sofferenza erotica. Rebecca continuò: "Capisci che lei le sue sessioni le continua, anche se non dice niente a nessuno? E figurati se non le fa anche al mio collega!". "Povero quel personal training!". "Sia lui che il mio collega rischiano di fare la fine di Marcel. Il mio collega se lo merita. Ma quel personal training è un così bel ragazzo... mi spiace per lui". Provai a cambiare discorso: "Senti, ma l'ex di Elena, l'ex seminarista?". "Ogni tanto si fa vedere ancora fuori dagli uffici in pausa pranzo a guardare Elena da lontano, ma non so altro. Che pena che mi fa! Come lo umilia, Elena! E pensare che le ha dato il meglio di sè", l'allusione era al megaorgasmo che Elena gli tirò fuori sulla panchina ai bordi della piscina dell'Hotel Balnea di Dolenjske Toplice (andare agli episodi IO E LE MIE SEXY COLLEGHE-TREDICESIMA PUNTATA-IL SEGRETO DI ELENA (I) e IO E LE MIE SEXY COLLEGHE-QUATTORDICESIMA PUNTATA-IL SEGRETO DI ELENA (II); il racconto che mi fece Elena fu dopo quello che accadde negli episodi IO E LE MIE SEXY COLLEGHE-UNDICESIMA PUNTATA-ELENA SOTTOMETTE UN SUO COLLEGA, e IO E LE MIE SEXY COLLEGHE-DODICESIMA PUNTATA-ELENA E IO, sempre in questa sezione). Ecco due foto di Elena scattate proprio dall'ex seminarista su una panchina e nella piscina dell'Hotel Balnea di Dolenjske Toplice il giorno prima che lei praticamente lo stuprasse:


1571579833573.png
1571579814968.png



Le dissi: "Mi dispiace della situazione che c'è". "Tu come sei messo?", mi chiese. "Malissimo. Sono in mezzo a uomini stravecchi e bavosi, volgari e puzzolenti pure loro. Mi manca la vostra bellezza, e soprattutto la tua Reby". "Ti sono piaciute le foto che ti ho mandato?". "Non hai idea quanto, e dal vivo, per così, dire, sei veramente bellissima". Volevo quasi chiederle se potevo segarmici sopra, ma mi limitai a domandarle: "Posso usare quella del tuo ufficio come screenshot?". "Ovvio che puoi. Puoi farci tutto quello che vuoi". Mancava solo il permesso per segarmici. Mi venne, però, un'idea. Le chiesi: "Reby, ce l'hai ancora il ragazzo?". Se mi avesse risposto di no, potevo provarci. Invece: "Si, ed è il mio unico sfogo, per ora". Altra trafittura al cuore: "Ma pensi di sposarti?", le chiesi ormai senza speranza. "Assolutamente no. Vedi, io ci sto assieme perchè provo piacere a starci assieme. E lui anche. Sfoghiamo i nostri istinti reciprocamente. Tu non hai idea di che prestazioni virili è capace, e che io, modestamente, sono capace di tirargli fuori. Ha una proboscide, e riempie quasi una piscina, rendo l'idea?". "Perfettamente". Ecco una foto di lei col suo ragazzo che mi mandò di sfroso Marcel (per saperne di più, andare all'episodio "IO E LE MIE SEXY COLLEGHE-SEDICESIMA PUNTATA-UNA SBORRATA PER REBECCA", su questa sezione).



65078556_416607098952789_1234410263584995957_n(1).jpg


"Ok, ora devo lasciarti. Però giurami che verrai a trovarmi". "Te lo giuro. Verrò a trovarti appena posso". "Giuralo su ciò che hai di più prezioso...giuralo..." e divertita mi disse: "Giuralo sulle tue palle!". "Lo giuro. Che tu possa castrarmi se non lo faccio". "AHAHAHAHAH!", rise divertita, "Guarda che lo farò", e mi mostrò il suo pugno bianchissimo, lungo, possente, baciandosi le nocche, e truce mi disse: "E sarò più spietata di Miriana ed Elena messe assieme" . "E la mia ultima frase da uomo sarà quella di dirti quanto sei bella come mai un uomo te l'ha detto". "AHAHAHAH! Sei mio". "Sarai la mia Elena". "Wonderful! Pensami sempre, mi raccomando". "Anche questo te lo giuro. Mi manchi davvero da morire". "Davvero? Ridìmmelo". "Te l'ho detto". "Dìmmi che mi pensi". "Ti penso". "Ti penso, Reby... dìllo!". "Ti penso, Reby", e lì sono venuto in un orgasmo devastante, mentre lei mi diceva: "Sai, sei così carino quando lo dici". "Gra... grazie..." sibilai mentre contenevo a stento gli spasmi del mio corpo che l'orgasmo travolgente che seguitavo ad avere mi provocava. E Reby, divorandomi con gli occhi, mi disse: "A presto, allora". Ultimato l'ultimo getto di sperma, feci in tempo a dirle con tono più dignitoso: "Però vorrei vedervi tutte, e senza mascherine!". "Eh, questo però è un po' difficile. Dài, ma che te ne frega, non sarà mica per una mascherina che rifiuterai di vedermi!". "E non poter vedere il tuo bel viso?". "Tesoro!!! Mi spiace, ma le mascherine sono obbligatorie", mi disse perentoria Reby, mentre io facevo uscire le ultime gocce di sperma dal mio cazzo, poi, in modo intrigante, mi disse: "Ma questo non significa che quando saremo da soli non me le tolga..." e mi salutò definitivamente: "Ciao, amo!!!!". "Ciao, Reby". E chiudemmo la direct. Appuntameto a quest'estate, Reby (ma anche Miriana ed Elena).
 
Ultima modifica:

Top