La prima passera che avete viso dal vivo.

razor73

"Level 0"
Messaggi
41
Punteggio reazione
2
Punti
0
Dopo il thread delle tette, passo a quello della fica!
Quando avete visto la prima passera dal vivo? Chi era lei? In che condizioni l'avete vista?
Come al solito, madri, zie e sorelle sono escluse.
La mia prima volta.
Erano gli anni Ottanta; durante un'estate calda, portai il cane a spasso che si avvicinò ad un capanno per gli attrezzi in un campo.
Ripresi la bestiola; dietro al capanno vi era la nipote (18-19 anni) che prendeva il sole completamente nuda su una sraio.
Si era assopita al sole, e mi godetti lo spettacolo di una topa scura e non depilata!
razor 73
 

kimore

"Level 3"
Messaggi
1,260
Punteggio reazione
424
Punti
84
4fd1fbc8391155d4d882fe836.jpg
 
Ultima modifica:

arrapato91

"Level 0"
Messaggi
2
Punteggio reazione
3
Punti
0
Avevo all'incirca 12/13 anni, la babysitter di mio fratello (nonché amica di famiglia) venne a trovarci alla casa al mare per qualche giorno. Una sera ci stavamo preparando per uscire, lei fu l'ultima a fare la doccia, convinto fosse andata in camera a cambiarsi, entro nel bagno nell'intento di ingellarmi i capelli ma dopo aver aperto la porta una visione paradisiaca: lei si era appena tolta l'accappatoio per rivestirsi....ricordo ancora quella magnifica passera tutta depilata
 

rud1985

Lo Svangamaroni
Messaggi
10,256
Punteggio reazione
537
Punti
89
Posizione
Svangopoli
Avrò avuto intorno ai 10 anni e, più o meno, ogni pomeriggio andavo a giocare a casa del mio vicino di casa, di qualche anno più grande di me.
Il mio vicino di casa aveva un sorella, poco più piccola di me.
Per un periodo, quasi tutti i pomeriggi, ci nascondevamo tutti e 3 dietro le tende del loro salotto. Ci buttavamo giù i pantaloni e ci toccavamo a vicenda. Nessuna sega o ditalino, non sapevo neanche cosa fossero. Così come non avevo neanche idea di come utilizzare una patatina femminile. Probabilmente per il mio amico, già tredicenne, non valeva lo stesso.
Probabilmente era eccitante, ma non sapevo distinguere un'eccitazione sessuale.
Credo che questa storiella sia andata avanti per qualche settimana, sempre con le stesse modalità.
Finché non ci beccó il loro nonno.

Il loro.
Ferocissimo.
Nonno.
 

leofuoco

"Level 3"
Messaggi
1,538
Punteggio reazione
464
Punti
84
Ne ho viste tante da bambino... compagne di scuola, amichette, ecc...
A 17 anni poi ne ho vista una vera. Ricordo bene la sensazione ricevuta nel toccarla: quel cespuglietto fitto e morbido!
 

pluncake

"Level 3"
Messaggi
2,459
Punteggio reazione
371
Punti
89
quindi escludendo quella di mia sorella che mi ha aperto letteralmente le gambe, quella di mia mamma che prendeva il sole integrale in barca
ricordo una cugina di amici che me la mostrò furtivamente in un boschetto privato, in realtà c'eravamo promessi di mostrarci a vicenda le nostre cose
ma fummo chiamati a cena quindi fu una cosa di corsa e non la ricordo bene. La prima proprio allora è la mai ex ma ero grande, mentre lei aveva 15 anni.
che passera! ancora me la sogno
 

CB

"Level 0"
Messaggi
359
Punteggio reazione
9
Punti
23
La primissima avevo 11 anni e mi trovavo ad un parco acquatico, d'estate. Ero in coda sulla scala per salire agli scivoli, a circa 15m da terra, ed esattamente sotto c'erano le docce. Una bella ragazza lavandosi si è messa una mano negli slip, staccandoli dal ventre, e dandomi una perfetta visuale del suo "bush"... Ero scioccato e gasatissimo!
 

pilloepilla

Phica Supporter
Phica Supporter
5 Anni di Phica.net
Messaggi
2,163
Punteggio reazione
2,032
Punti
134
Oggi, specialmente con internet è tutto facile, ma io vengo da un'altra epoca in cui nei giornali porno di allora si vedevano a malapena le tette.
Ricordo che mio padre comprava abitualmente ABC che era il max del porno di allora, oggi cose che si trovano su panorama e l'espresso abitualmente.:p
Avevo 10 11 anni ed iniziai a segarmi regolarmente con quei giornali quando i miei erano fuori, ma avevo l'ossessione di sapere come era fatta veramente una phica: nn l'avevo mai vista!
O meglio l'avevo vista quando avevo 7-8 anni e giocavo al dottore con una mia amichetta, ma ero sicuro che quelle delle donne grandi erano diverse...
Questa cosa andò avanti per diversi anni, e complice la mia timidezza con le ragazzine riuscii a vedere la prima passera e capire come era fatta solo quando avevo circa 16 anni, ma sempre su un giornaletto porno (caballero mi sembra che fosse) in cui timidamente si iniziava a vedere qualche fica ridondante di pelo.
La prima dal vero la vidi, la toccai, la odorai quando avevo quasi 18 anni con la prima fidanzata un po' più disinibita con cui iniziai a seghe e ditalini per poi arrivare a pompini e scopate dopo circa 6 mesi.
Era dura la vita una volta!!! :nera:
 

mario192

"Level 0"
Messaggi
15
Punteggio reazione
8
Punti
0
in prima superiore, una compagna di classe. è insolitamente successo prima di vedere le prime tette..

era una ragazzina minuta, molto magra, con i capelli neri e la pelle abbronzata da un'intera estate al mare che stava con un altro nostro compagno.
nonostante fosse impegnata siamo usciti insieme un sabato pomeriggio, abbiamo limonato per ore su una panchina in un parco e poi siamo andati a casa di una sua zia che in quel momento non c'era (la ragazza aveva le chiavi).
Abbiamo ripreso a limonare come animali sul divano, e dopo un po' le ho messo una mano dentro la maglietta e ho cercato di toccarle le tette ma lei mi ha fermato la mano perché non voleva (erano ancora molto piccole credo), allora ho provato ad andare giù con la mano e lei me l'ha lasciato fare.
L'ho toccata un po' da fuori dei jeans, poi ho abbassato la zip. aveva degli slip a quadrettini bianchi e azzuri con una fragolina ricamata, un po' da bambina. ho cominciato ad toccare e ho sentito il mucchietto di peli e sotto le labbra, caldissime. dopo un po' le ho abbassato le mutande (non mi ha lasciato toglierle del tutto i pantaloni) e l'ho vista: un ciuffetto di peli neri e delle piccole labbra rosa che spuntavano dalla fessura. l'ho toccata ed era fradicia, e per la prima volta ho messo un dito dentro. Non avendolo mai fatto prima non sapevo bene come regolarmi e devo essere stato subito troppo aggressivo, allora lei mi ha preso la mano e mi ha dato il suo ritmo, insegnandomi che dovevo toccare anche fuori e non solo dentro..
Dopo un po' mi esplodeva il cazzo e le ho messo la mano sul pacco ma non ha voluto farmi niente PERCHE' ERA FIDANZATA.
Sono tornato a casa in stato confusionale e ho sborrato il niagara.
 

serruchon

"Level 4"
Messaggi
4,902
Punteggio reazione
962
Punti
119
ma non ha voluto farmi niente PERCHE' ERA FIDANZATA

Ahahaah! Muoro.

...
Il mio vicino di casa aveva un sorella
...
non avevo neanche idea di come utilizzare una patatina
...

Ok che non ci sono state "utilizzazioni", cmq il tuo vicino era parecchio... moderno, tra la sorella e te, non saprei quale cosa mi imbarazza di piu' :)
Cmq son traumi che poi si superano dai :p

Il loro.
Ferocissimo.

Poteva andare peggio. Poteva mancare la "e" :sisi:

Cmq, visto che le cugine non valgono... :D per il mio primo avvistamento dal vivo occorre risalire alla prima liceo, giochi della gioventu' in piscina, e incredibilmente spogliatoi misti, con zona di separazione maschi/femmine che in teoria doveva essere sorvegliata, ma nel trambusto generale si riusciva a buttare un occhio al di la' della barricata... e la visione della passerona riccioluta di una compagna di scuola tra le piu' ambite fu una bella sorpresa!

Per il primo contatto ravvicinato, ahime' occorsero pero altri 3 anni con la prima fidanzatina "seria", pomeriggio con casa libera e primo petting selvaggio sul divano, che mi diede modo di verificare sperimentalmente la legge di Voghera
 

ballerino

"Level 3"
Messaggi
1,124
Punteggio reazione
457
Punti
84
Non mi è molto chiaro se ci si riferisce alla prima passera come "avvistamento" o "cattura". Nell'incertezza, racconto entrambe.

Il primo avvistamento non può avere un periodo preciso, in casa con i miei c'è sempre stata libertà nel mostrarsi, con naturalezza, quindi propenderei per quella di mia madre. E' stata ed è tutt'ora una cosa piuttosto normale, d'estate soprattutto, girare per casa senza fare molta attenzione se ci si è dimenticati la biancheria nell'altra stanza dopo la doccia.

La prima cattura fu l'estate dopo gli esami di terza media. Passavo luglio e agosto in una casa di famiglia in località marina, le solite case affittate nello stesso periodo alle stesse persone per anni. Si cresceva insieme a tutti gli altri ragazzi e ragazze del posto, in pratica.
Non deve sorprendere che quando arrivò questa ragazza dal nord, nel mezzo dell'estate, all'improvviso, le carte venne sparigliate. A quell'età gli ormoni godevano di vita propria e una bella ragazza biondina, dai lineamenti delicati e tipicamente del nord italia non poteva passare inosservata. E non voleva passare inosservata: era più grande di un paio d'anni della media dei ragazzi di questa sorta di villaggio,ed era molto più smaliziata.
Ve la faccio breve: era un fiore circondato da api, inevitabile, io non ero chissà quanto tombeur de femme all'epoca, ero il prototipo dell'amico maschio. Tanto amico da chiedere a me aiuto per evitare si avvicinassero troppi maschi e fidatevi erano insistenti. Quindi dopo un po' di tempo passato a fare qualcosa a metà tra fidanzato geloso e bodyguard, arrivai ad un punto che non ce la feci più.
"Senti, io non posso stare sempre attento a te,mi prendo solo il brutto di tutta questa storia. Fossi il tuo fidanzato almeno..."

Non feci in tempo a finire che mi stampò un bacio in bocca. Un bel bacio che si trasformò in un lungo bacio passionale prima e in petting dopo. Con tutto il mio coraggio e inesperienza riuscii ad intrufolarmi tra i suoi slip, sottili, non quelli che ti aspetteresti da una 15-16enne. Fu così che mi lanciai nel mio primo "ditalino" a lei, il sogno di tutti, con un ciuffetto biondo cenere appena accennato. A quanto pare fui piuttosto bravo visto che ricambiò il favore con il mio primo pompino.
Seguirono altre avventure del genere quell'estate e la successiva, ma questa è un'altra storia...
 
Top Bottom